Come è nata la mia linea di abbigliamento Inclusivo e Sostenibile?

Come è nata la mia linea di abbigliamento Inclusivo e Sostenibile?

VAI AL SITO

Riassumo brevemente la mia vita per creare il contesto.

Adolescenza passata tra molte diete, sensazione di essere sempre non abbastanza, con delle caratteristiche apprezzabili e “negli standard” ma altre combattute da tutte le donne del mondo.

Nel 2009 inizio a lavorare come modella over size, ne sono felicissima ma il rapporto con il mio peso ed il mio corpo peggiora ulteriormente a causa del continuo paragone con le altre e delle misure richieste che non corrispondevano alla mia natura seppur ben maggiori di una tg 40.

Complice questa ossessione, le milioni di diete provate e la cultura della dieta in generale, mi ammalo di bulimia, ma quasi non me ne rendo ben conto, mi sembra una cosa “che devo fare” come ultima speranza per mantenere uno dei pesi più bassi possibili per me.

Vado avanti per un po’ e la vita inizia a diventare insostenibile, come racconto meglio nel mio libro “Noi Siamo Luce”.

Nel 2014 ho fatto ormai da un po’ Coming out sulla bulimia con i miei familiari ed ho fatto anche la mia ultima dieta deleteria.

Dal 2015 inizio un percorso di accettazione di me stessa, dedicando anche il mio profilo Instagram ed il mio blog a dare consigli di stile per una tg 46-48.

Su quel social le mie “imperfezioni” creavano apprezzamento ed unione, soprattutto con persone di altre parti del mondo che mi scrivevano ringraziandomi per quelle immagini che le rappresentavano.

Nel 2016 avevo imbastito le basi per una collaborazione di scambio con un brand che avrebbe realizzato i miei disegni, ma complice la poca esperienza di entrambe le cose non sono riuscite a concretizzarsi davvero finendo con una grandissima delusione e senso di fallimento sopratutto da parte mia.

Non avevo budget, non avevo esperienza ed essendo andata molto male quell’esperienza avevo abbandonato il sogno di una mia linea.

Nel 2018, dopo un grande fallimento che mi aveva fatto perdere le speranze, ho lanciato i miei primi costumi!

La mia mission di allora era fare in modo che anche noi curvy avessimo dei costumi adatti alle nostre forme, ma briosi e sexy!

Ad oggi il cuore pulsante della collezione però é decorare tutti i corpi, capo dopo capo, cercare di esistere per una caratteristica o una personalità 🥹

Ad ogni modo la mia ispirazione è stato vedere Ashley Graham fare una capsule per un brand nel 2016.

Nel mio caso, non ho avuto brand a sostenere le spese o a retribuirmi per pubblicizzare la partnership, ma ho fatto questo investimento come piccola imprenditrice.

Grazie all'esperienza del mio compagno Paolo ho imparato a creare una produzione con laboratori sartoriali italiani, con una programmazione che mi proteggesse da grandi rischi economici, fattore fondamentale perché è un progetto esclusivamente mio, che non si appoggia ad aziende finanziatrici.

Il Made in Italy è ineguagliabile ed è fondamentale sia per la qualità dei capi prodotti, sia per farvi sentire così belle quando indossare un mio capo.

Vedervi con i miei capi è un'emozione straordinaria!

Sapere di contribuire a farvi sentire bene e spogliarvi senza paura mi riempie di ADRENALINA!

Far diventare  la mia linea sempre più inclusiva e sostenibile è un work in progress continuo!

Le taglie attualmente vestono dalla 38 alla 64 italiane 🇮🇹

Se vuoi curiosare tra i vari capi della linea CLICCA QUI!

Leave a comment

Please note that comments must be approved before being posted.